Download Accelerazione e alienazione. Per una teoria critica nella by Hartmut Rosa, Elisa Leonzio PDF

By Hartmut Rosa, Elisa Leonzio

Questo libro esamina le reason e gli effetti dei processi di accelerazione della nostra epoca individuandone tre aspetti, tecnico, sociale e individuale. Secondo Rosa l'insieme di tali processi porta a gravi forme di patologia sociale legate al rapporto con il pace e lo spazio, le cose e le azioni, los angeles percezione di sé e degli altri. Subendo l. a. pressione di un ritmo inesorabile, ognuno di noi affronta il mondo senza essere in grado di contenere quella coazione impersonale alla velocità e alla competizione che non è separabile da disagio e insoddisfazione. L'accelerazione è diventata insomma una «potenza» che domina in modo totalitario los angeles società moderna. Essa divora i nostri «sogni, obiettivi, desideri e progetti di vita» stritolandoli entro gli ingranaggi del suo inarrestabile movimento. Cosa possiamo fare in step with riappropriarci di momenti di esperienza umana non alienata, di «buona vita» conforme alle nostre aspirazioni e desideri piú veri?

Show description

Read or Download Accelerazione e alienazione. Per una teoria critica nella tarda modernità PDF

Similar italian_1 books

Additional resources for Accelerazione e alienazione. Per una teoria critica nella tarda modernità

Example text

279-94. 16 Per questo le persone anziane nella società occidentale sono spesso incapaci di comprendere il «tecnogergo» usato dai ragazzi nel parlare di giochi e apparecchi elettronici. Capitolo terzo Che cos’è la decelerazione sociale? Sebbene l’analisi in corso abbia portato alla luce prove sufficienti per identificare tre categorie o ambiti dell’accelerazione sociale, distinti anche se interrelati, ciò da solo non basta per affermare la tesi che la modernità determini davvero un’accelerazione della società stessa o per legittimare l’idea che la modernizzazione sia di fatto accelerazione.

Le scienze sociali, invece, che cos’hanno da offrire su questo tema? In realtà la percezione di un cambiamento significativo nel tessuto temporale è presente anche nei resoconti «classici» della sociologia, per esempio quando Marx ed Engels, nel Manifesto del Partito comunista, constatano che nella società capitalistica «tutto ciò che è solido si dissolve nell’aria», o quando Simmel identifica l’intensificazione della vita nervosa e la velocità di esperienze sociali mutevoli come la caratteristica centrale della vita metropolitana (e quindi della modernità), o ancora quando Durkheim definisce l’anomia come la probabile conseguenza dei cambiamenti sociali, che avvengono in modo troppo rapido perché si possano sviluppare nuove forme di moralità e solidarietà, o, infine, quando Weber – sulla scia di Benjamin Franklin – descrive l’etica protestante come un’etica di rigorosa disciplina temporale, che condanna la perdita di tempo come «il piú mortale di tutti i peccati».

Sul versante «soggettivo» un’accelerazione della velocità della vita (come qualcosa che è in contrasto con la velocità della vita stessa) è probabile abbia gli effetti osservati sull’esperienza che gli individui fanno del tempo: farà sí che le persone considerino il tempo come qualcosa che scarseggia e che si sentano di fretta, sotto la pressione del tempo e stressati. Sicuramente in molti avranno l’impressione che il tempo scorra piú in fretta che in passato e si lamenteranno del fatto che «tutto» va troppo veloce; avranno paura di non riuscire a tenere il ritmo della vita sociale.

Download PDF sample

Rated 4.05 of 5 – based on 38 votes