Download Anarchia come organizzazione by Colin Ward PDF

By Colin Ward

In step with molti l’anarchia è un improponibile modello sociale basato sulla disorganizzazione caotica. in step with altri è invece un’utopia generosa ma impraticabile. Ribaltando entrambe le interpretazioni, Ward los angeles intende come un’efficace forma di organizzazione non gerarchica, una vivente realtà sociale che è sempre esistita e tuttora esiste nelle pieghe della prevalente società del dominio. Utilizzando un’ampia varietà di fonti, l’autore articola in modo convincente l. a. sua tesi volutamente paradossale, con argomenti tratti dalla sociologia, dall’antropologia, dalla cibernetica, dalla psicologia industriale, ma anche da esperienze nel campo della pianificazione, del lavoro, del gioco…Colin Ward (Londra, 14 agosto 1924 - Ipswich, eleven febbraio 2010) è stato uno dei maggiori pensatori anarchici della seconda metà del XX secolo. Ha cominciato a lavorare come architetto prima, come insegnante poi. according to oltre vent'anni è stato scrittore e giornalista free-lance. Gran parte delle sue ricerche si occupano dei modi "non ufficiali" con cui l. a. gente united states l'ambiente urbano e rurale, rimodellandolo secondo i propri bisogni. Ha così scritto una ventina di libri su temi sociologici e urbanistici come il vandalismo e gli orti urbani, l'occupazione di case e l'autocostruzione. Si è inoltre occupato della condizione dei bambini in situazioni urbane e rurali e ha anche scritto alcuni pamphlet destinati a loro e pubblicati dalla Penguin: Violence, paintings, Utopia. Oltre ai libri pubblicati da elèuthera in Italia sono stati tradotti: l. a. città dei ricchi e los angeles città dei poveri (E/O 1998), Il bambino e los angeles città (L'Ancora del Mediterraneo 2000).

Show description

Read or Download Anarchia come organizzazione PDF

Similar italian_1 books

Additional info for Anarchia come organizzazione

Sample text

Se ne possono trarre importanti conclusioni. Per la rivoluzione non servono strutture organizzative che funzionino sulla base di cinghie di trasmissione. Quello che conta è che centinaia, migliaia e poi milioni di persone si riuniscano in gruppi, collegati sulla base di semplici contatti informali. È necessario che maturi il livello di coscienza delle persone. E allora un gruppo che prenda un iniziativa importante sarà imitato da altri. E soprattutto i nostri metodi devono essere adeguati alla società in cui viviamo.

Interessante considerare i risultati di queste forme di democrazia locale, se non altro per eliminare ogni dubbio sul fatto che queste strutture assembleari non siano ormai nient altro che una pia tradizione o un attrattiva per i turisti. La prova più evidente è il sistema ferroviario svizzero, che comprende la più fitta rete di servizi di tutto il mondo. A prezzo di grosse spese e di notevoli sforzi, è stato costruito in modo tale da raggiungere le più piccole località e le vallate più remote, e questo non nell ipotesi di un investimento vantaggioso ma per volontà degli abitanti.

Il primo tipo è rappresentato da società come quella dei Boscimani, in cui anche le più vaste unità politiche comprendono persone legate tra loro da vincoli di parentela, così che «le relazioni politiche coincidono con le relazioni di parentela». Il secondo tipo comprende quelle società in cui esiste «una specifica autorità politica istituzionalizzata che si ramifica in cariche legate all amministrazione di uno Stato». Vengono poi quelle società in cui l autorità politica non è centralizzata. In queste, «il sistema politico si basa su un equilibrio di poteri tra piccoli gruppi i quali, per l assenza di stratificazioni di classe o di funzioni specificamente politiche, sono stati chiamati anarchie ordinate ».

Download PDF sample

Rated 4.95 of 5 – based on 24 votes